FP CGIL Roma e Lazio - via Buonarroti, 12 - 00185 - Roma   Telefono +39.06.468431   FAX +39.06.4684360   Email fp@lazio.cgil.it    Email supporto tecnico sito

Banner trasferimento nuovo sito

Accedi alla webmail




News

venerd́ 19 ottobre 2018

Roma Capitale, ancora aggressione a dipendenti

Fare il dipendente comunale comincia a diventare un lavoro “pericoloso”. Nella mattina del 17 ottobre, un dipendente della sede municipale di Tor Bella Monaca, è stato portato al pronto soccorso del Policlinico di Tor Vergata, a seguito di un’aggressione subita negli uffici demografici del Municipio 6, presso i quali lavorava da pochi giorni, essendo tra gli assunti dall’ultimo scorrimento delle graduatorie concorsuali.


Questo ennesimo atto di aggressione dimostra, ancora una volta, l’incapacità dell’Amministrazione Capitolina di tutelare almeno l’integrità fisica dei propri dipendenti. Dobbiamo rilevare che, da un po’di tempo, atti di questo tipo nei confronti dei dipendenti capitolini si stanno moltiplicando. C’è una proccupante accelerazione che investe, in particolare, i settori del sociale, gli sportelli anagrafici, la polizia locale e gli altri uffici che hanno contatto con il
pubblico. È cronaca quasi quotidiana, la richiesta d’intevento della pubblica sicurezza nei locali dei 15 municipi di Roma Capitale e non sempre dipende dalle azioni di persone “instabili”. Spesso è dovuta all’impossibilità di dare risposte tempestive alle richieste dei cittadini che, esasperati da lunghe attese, danno in escandescenza.

L’amministrazione deve intervenire sull’organizzazione del lavoro, adeguando le risorse a disposizione ai compiti da svolgere, facendo scelte di priorità per potenziare gli uffici in maggiore sofferenza e prevedere un migliore sistema informativo per l’utenza. La Sindaca faccia sentire tutto il peso di una capitale, che è il più grande ente locale d’Italia, affinché si adegui la normativa agli effettivi bisogni dei servizi da erogare, si deve avere la capacità di pianificare
soluzioni strutturali e avviare da subito un piano assunzionale straordinario che vada oltre il 100% del turn-over.
E poi, si dia un segnale di partecipazione alle sofferenze dei dipendenti capitolini. L’amministrazione disponga affinchè Roma Capitale si costituisca parte civile e sia al fianco dei dipendenti aggrediti, sostenendo le spese di ogni grado di giudizio in caso di denuncia del dipendente aggredito.

Noi saremo, come sempre, a disposizione per dare il nostro contributo per ricercare le soluzioni più idonee.



Condividi
Facebook Twitter del.icio.us digg oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks