FP CGIL Roma e Lazio - via Buonarroti, 12 - 00185 - Roma   Telefono +39.06.468431   FAX +39.06.4684360   Email fp@lazio.cgil.it    Email supporto tecnico sito

18° Congresso

News

ARES 118: bene le assunzioni di medici e infermieri su Rieti-Viterbo. Incentivi al personale che farà da tutor nella nuova centrale di Rietilunedì 9 luglio 2018

ARES 118: bene le assunzioni di medici e infermieri su Rieti-Viterbo. Incentivi al personale che farà da tutor nella nuova centrale di Rieti

Nella nuova centrale operativa Ares 118 di Rieti , accorpata da circa due settimane a quella di Viterbo per la creazione del sistema interprovinciale, stanno per arrivare 4 dirigenti medici, che saranno assunti a tempo indeterminato attraverso le procedure concorsuali iniziate oggi. Viene così garantita la presenza continua di personale medico a sostegno degli operatori impegnati sul territorio. Sono stati già assunti, per la stessa finalità, anche 18 CPSI (Coordinatore professionale sanitario infermiere) , tramite concorso e mobilità regionale e nazionale.

Si dà così seguito alla richiesta delle OO.SS. di potenziare il personale dedicato alla nuova centrale operativa, allo stesso tempo tutelando il personale coinvolto.

Nell’accordo sottoscritto un mese fa con l’Amministrazione dalle OO.SS. regionali, vengono individuate le risorse per il progetto di produttività finalizzato alla costituzione della nuova centrale. Al fine di omogeneizzare procedure e competenze, per meglio coordinare gli interventi di soccorso anche in caso di emergenze, il progetto prevede che gli infermieri di Viterbo affianchino per tre mesi i colleghi di Rieti, facendo loro da “tutor”. Il personale che da Viterbo si sposterà nella nuova sede potrà spostarsi con macchine di servizio; per l’effettuazione dei turni, nei 90 giorni individuati dal progetto, è previsto un incentivo di 40 euro a turno, per un totale di 24 mila euro.

Un buon risultato, frutto dell’impegno e delle proposte della Fp Cgil e della RSU, sia perché coniuga l’efficienza del servizio  con la tutela dei lavoratori, sia perché, nella complessiva carenza di organico, apre all’ingresso di nuovi lavoratori nel sistema del soccorso sanitario.



Condividi
Facebook Twitter del.icio.us digg oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks